Cappelletti vegan in brodo: buoni e cruelty free Cappelletti vegan in brodo: buoni e cruelty free
Tipici della tradizione natalizia italiana, i cappelletti vegan in brodo non sono altro che la versione green del classico piatto del 25 dicembre Quando... Cappelletti vegan in brodo: buoni e cruelty free

cappelletti vegan

Tipici della tradizione natalizia italiana, i cappelletti vegan in brodo non sono altro che la versione green del classico piatto del 25 dicembre

Quando si prendono decisioni come quella di sposare lo stile di vita vegan, occorre rendersi conto che, una volta compiuto il passo, non si può più tornare indietro. Dire no alla carne e a qualsiasi altro ingrediente di origine animale comporta coerenza, forza e tanta determinazione. Niente sgarri, che si tratti di cibo, di capi di abbigliamento o di cosmesi: niente che sia stato ricavato attraverso la sofferenza di esseri viventi innocenti. E questa regola vale anche per eventi importanti e festività che, tradizionalmente, vedono nella tavola il proprio momento più alto. Tra una settimana esatta sarà Natale e molti sono ancora indecisi con che cosa aprire il pranzo in famiglia più atteso dell’anno. Un’idea? Provate con i cappelletti vegan in brodo.

Tipici della tradizione natalizia italiana, i cappelletti vegan in brodo non sono altro che la versione green del classico piatto del 25 dicembre. Ovviamente, quella che vi proponiamo noi, è la ricetta che non prevede uso di ingredienti di origine animale in nessun elemento proposto: dalla pasta al ripieno, passando per il brodo, tutto è rigorosamente 100% vegetale. Ma cerchiamo di capirne qualcosa in più.

Preparato con passione e cura, il nostro brodo vegetale garantirà lo stesso connubio di sapori utile a valorizzare i cappelletti vegan senza far rimpiangere a nessuno la versione originale a base di carne. Determinanti, in questo piatto, sono le spezie come la curcuma o i chiodi di garofano o, ancora, la cannella, che contribuiranno ad esaltare il gusto del brodo. Per quanto riguarda i cappelletti vegan, poi, il ripieno sarà realizzato grazie ad una farcitura a base di fagioli, per un risultato finale che farà leccare i baffi a tutti i vostri commensali.

Che si decida di realizzarli per il giorno di Natale, di Santo Stefano o un altro ancora, i cappelletti vegan avranno sempre la caratteristica (come tutto ciò che viene realizzato dalla cucina cruelty free) di conquistare i commensali di turno per gusto e digeribilità: state tranquilli, nessuno vi manifesterà la propria insoddisfazione. Noi, intanto, per realizzare i cappelletti vegan in brodo pensiamo a procurarci gli ingredienti giusti (sedano, carota, cipolla, fagioli cannellini, patate, acqua, curcuma, cannella, chiodi di garofano, farina e pepe) e il gioco sarà fatto.