Cosmetici vegan: ecco cosa si deve controllare Cosmetici vegan: ecco cosa si deve controllare
Dalle creme ai bagnischiuma, passando per shampoo e trucchi, tutti i cosmetici vegan dovranno essere “cruelty-free”, cioè non testati sugli animali Quante volte, dopo... Cosmetici vegan: ecco cosa si deve controllare

Cosmetici vegan

Dalle creme ai bagnischiuma, passando per shampoo e trucchi, tutti i cosmetici vegan dovranno essere “cruelty-free”, cioè non testati sugli animali

Quante volte, dopo essere entrati in una profumeria o in un’erboristeria, siete incappati nel personale di turno che ha tentato di indurvi ad acquistare un determinato prodotto? Ve lo diciamo noi, regolarmente. E vi diciamo anche quale è stata la vostra risposta: “No, grazie”. Sapete perché avete risposto così? Prima di tutto perché non vi andava di stare a sentire nessuno, ma soprattutto perché nella vostra testa c’è la convinzione che i prodotti, alla fine, siano tutti uguali. Sbagliato. E se scopriste, una volta acquistati, che non sono cosmetici vegan?

Una volta fatta vostra questa scelta di vita, occorre sapere che per essere dei bravi vegani non si deve solo prestare attenzione a cosa di mangia, a cosa si indossa o ai materiali con cui arredare la propria casa. Anche la cura del corpo, infatti, richiede molta attenzione, in particolare proprio nella fase iniziale, quella dell’acquisto, preoccupandosi che tutte le confezioni che finiscono nella vostra busta siano confezioni di cosmetici vegan.

Ma come si fa a capire se e cosa può essere acquistato senza invalidare il vostro percorso di vita green? Molto semplice, occorre leggere sull’etichetta del prodotto scelto se si tratta di un prodotto “cruelty-free” o no. Il prodotto cruelty-free è quel prodotto che rispetta lo Standard internazionale “non testato sugli animali”, uno standard che si riferisce sia al prodotto finito che agli ingredienti utilizzati per realizzarlo.

Tutti i cosmetici vegan, per essere considerati tali, dovranno riportare questa voce sulla propria etichetta. “Non testato sugli animali” sta a significare che quel determinato shampoo, bagnoschiuma o altro, non è stato testato, mentre, per quanto riguarda gli ingredienti, significa che non sono stati testati successivamente ad una data precisa, chiamata “cut-off date”. Cosa vuol dire, in sostanza. Cut-off date non sta tanto ad indicare come nessuno degli ingredienti sia mai stato testato, quanto come non venga incrementata la vivisezione. Il produttore, in conseguenza di tutto ciò, non comprerà più ingredienti nuovi a partire da quella data.