Erbe per la mente e la meditazione: quanto ne sai davvero? Erbe per la mente e la meditazione: quanto ne sai davvero?
Vi è mai capitato di sentirvi mental mente stanchi e stressati o, al contrario, così attivi e carichi da non riuscire a staccare la... Erbe per la mente e la meditazione: quanto ne sai davvero?

Vi è mai capitato di sentirvi mental mente stanchi e stressati o, al contrario, così attivi e carichi da non riuscire a staccare la testa neanche durante le ore di sonno? A me è successo e in verità succede ancora spesso, soprattutto quando il lavoro e i numerosi impegni quotidiani incalzano e mi obbligano a fare tutte le cose di corsa.

In questi casi, oltre a ricordarmi di fermarmi un attimo e respirare (tanto il mondo non crolla), mi aiuto con delle erbe particolari, dei piccoli grandi tesori che è sempre bene avere a portata di mano e di mente. Io le considero magiche e, a loro modo, lo sono.

Magica – mente con le erbe

Vediamoci chiaro!

Calamo (erba cannella o erba di Venere), tulsi (basilico santo), pippali (pepe lungo), pimento, efedra ed enula sono nostre alleate se abbiamo bisogno di stimolare la mente e i sensi e migliorare la nostra comprensione e percezione delle cose. Queste erbe agiscono aumentando la circolazione cerebrale, rimuovono il muco dalla testa e favoriscono il discernimento e la meditazione. Perfette da assumere con acqua calda e miele, per riportarci con dolcezza verso la giusta prospettiva. Vedo, prevedo, stravedo!

Che la forza della mente sia con noi!

Shankapushpi (convolvolo), brahmi (bacopa monnieri), gotu kola (centella asiatica), ashwagandha (ginseng indiano), haritaki (terminalia kebula), shatavari (asparagus racemosus), bala (sida cordifolia), kapikacchu (macuna), arjuna, semi di loto e shilajit, invece, sono una manna se quello che ci serve è una sferzata di energia.

Queste erbe, infatti, sono ottimi tonici per il corpo, ci aiutano ad aumentare la consapevolezza e l’intelligenza, rinforzano la nostra mente, favoriscono la concentrazionela soddisfazione personale e la gioia e ci aiutano a superare il dolore. Ideali da assumere con latte caldo, miele grezzo, ghee (burro chiarificato) e altre sostanze nutritive che ne aumentano l’effetto energizzante. Forza, attenzione e pensiero positivo saranno così le nuove parole d’ordine. Ça va sans dire!

Sto una favola!

Se, invece, siamo alla ricerca di qualcosa per calmare la nostra mente inarrestabile (e qui mi mi sento proprio chiamata in causa), jatamansi (nardo indiano), valeriana, noce moscata, passiflora, kava kava (pepe inebriante), scutellaria, scarpetta della Madonna (o scarpetta di Venere) e semi di giuggiolo sono quello che ci vuole.

Queste erbe, oltre a calmare la nostra mente e favorire la meditazione, sono blandi sedativi e analgesici. Se le abbiniamo ad altre sostanze calmanti come il ghee o il gel di Aloe, ne miglioriamo le proprietà tranquillizzanti. Il nostro cervello è davvero meraviglioso ma ogni tanto bisogna pur spegnerlo!

Quindi, dove trovarle? Nelle erboristerie, nei negozi di prodotti ayurvedici e, naturalmente, online in alcuni negozi bio.

Aromaticamente aromatiche

Lo avreste mai detto che anche le erbe aromatiche (particolarmente quelle piccanti) hanno effetti potenti sulla mente? Zenzero, menta piperita, salvia, basilico, tea tree e timo, ad esempio, stimolano la nostra mente e ci aiutano a liberare la testa e le cavità nasali dal muco, donandoci comprensione e chiarezza mentale; wintergreen invece ci calma e ci rilassa; l’eucalipto e la cannella poi ci schiariscono le idee e ci aiutano ad allontanare i pensieri ricorrenti e la canfora, infine, ci aiuta a concentrarci e rafforza la nostra coscienza.

Il loro vantaggio? Sono facili da trovare e possono essere usate in vari modi: in infusione, come oli essenziali (per uso topico o inalazioni ad esempio) o come incensi.

Se, invece, siamo semplicemente alla ricerca di un’erba per stimolare la memoriaGinkgo Biloba è il nostro magico elisir.

E allora? A ciascuno la sua!

Fonte dell’articolo: YOUMINT