Gagliardi e tosti? Come dire sportivi e vegani Gagliardi e tosti? Come dire sportivi e vegani
Un’alimentazione priva di proteine animali è fondamentale per rendere al meglio come sportivi e vegani. E se lo conferma anche Denis Dallan… Quando si... Gagliardi e tosti? Come dire sportivi e vegani

sportivi e vegani

Un’alimentazione priva di proteine animali è fondamentale per rendere al meglio come sportivi e vegani. E se lo conferma anche Denis Dallan…

Quando si parla di dieta vegan unita all’attività sportiva, si intende quella forza di volontà e quella coerenza che, in un modo o nell’altro, caratterizza il nostro stile di vita. Si intende la piena consapevolezza di quanto prezioso e determinante sia eliminare le proteine animali dal proprio regime alimentare, dal punto di vista dei risultati agonistici, e quanto salutare sia nella prevenzione di molteplici patologie. Essere sportivi e vegani, tanto per intenderci, va inteso come un unico aggettivo: sportivi e vegani, cioè, persone intelligenti e consapevoli di quanto importante sia la vita e la sua gestione ottimale.

Detto dei numerosi campioni dello sport che hanno intrapreso la vita cruelty free, anche molti volti “normali” hanno capito che per rendere al meglio come sportivi e vegani è necessario accompagnare alla disciplina che si preferisce praticare una sana alimentazione priva di proteine animali. Prima di tutto è indispensabile non restare mai sprovvisti di frutta nelle ore dell’allenamento, un dato essenziale di cui qualsiasi nutrizionista si raccomanderà.

Tuttavia, per restare sportivi e vegani, siamo consapevoli di come non basti anche tutta la frutta del mondo. Ecco perché verdura e legumi non possono essere dimenticati, visto che, soprattutto questi ultimi, ci garantiscono il giusto apporto di proteine anche senza azzannare una costata. Come ogni scelta che si porta dietro motivazioni etiche e sociali, anche la nostra non fa eccezioni: è importante rispettare la vita degli animali e tutelare l’ambiente che ci circonda, ma la consapevolezza dell’importanza di ciò che stiamo facendo è fondamentale. Nessuno ci obbliga a eliminare una serie di ingredienti dalla nostra dieta, ma se non portiamo avanti la scelta con coerenza e, soprattutto, consapevolezza, non si dura molto. E lo stesso vale nel caso di coloro che sono sportivi e vegani.

Approfondire le difficoltà che vive il nostro pianeta per colpa dell’industria della carne e degli allevamenti intensivi, è stato determinante per la mia scelta vegan

sportivi e veganiNon è un caso che proprio su questo concetto si sia espresso anche il rugbista, sette volte campione italiano e protagonista in diverse edizioni del torneo 6 Nazioni, Denis Dallan: “Quando ebbi l’occasione di vedere un video su Youtube che spiegava le difficoltà del nostro pianeta, capii che non potevo più aspettare. Agricoltura e allevamenti intensivi, l’industria della carne a fare il bello e il cattivo tempo, con annesse tutte le complicazioni a livello ambientale: non c’era soluzione, dovevo diventare vegano e così è stato”.

Dallan inoltre, che di sportivi e vegani se ne intende eccome, ha anche spiegato quanto importante sia, ai fini della qualità della performance, curare il proprio intestino: “La mia svolta green risale al periodo subito successivo al mio addio ai campi di gioco. Dedico sempre molto tempo all’allenamento anche oggi e ho notato come l’alimentazione vegan sia straordinariamente utile nella qualità dell’attività fisica e, fattore non da poco, del recupero muscolare. E non è un caso che, questa filosofia di vita, Dallan la illustri quotidianamente anche quando allena i suoi ragazzi.

Da che mondo è mondo, lo sport è sempre andato a braccetto con un principio cardine della vita di qualsiasi persona, anche la più sedentaria possibile: l’etica. E se scegliere una vita vegan è, già di per sé, per tutte le motivazioni che si porta dietro, una scelta etica, ecco spiegato perché gli aggettivi sportivi e vegani assumono lo stesso significato.