Guacamole vegan: vi spieghiamo come prepararla Guacamole vegan: vi spieghiamo come prepararla
La guacamole vegan è l’evoluzione cruelty free della famosa salsa messicana a base di avocado. Ecco come realizzarla senza il latte vaccino Se la... Guacamole vegan: vi spieghiamo come prepararla

guacamole vegan

La guacamole vegan è l’evoluzione cruelty free della famosa salsa messicana a base di avocado. Ecco come realizzarla senza il latte vaccino

Se la cucina vegan è sinonimo di passione, fantasia e innovazione, non è detto che non si possa rivolgere alla rivisitazione di ricette e piatti tradizionali non propriamente cruelty free. Spesso ci siamo interessati a scoprire quali fossero le prelibatezze che più si adattavano alla versione vegan, quella cioè senza proteine di origine animale all’interno, ed ogni volta è stato un successone all’insegna del gusto, sia per il palato che per gli occhi. Per fare qualcosa di ancor più fantasioso, questa volta proponiamo una versione vegan di una ricetta proveniente da un altro Paese: il Messico. Parliamo della salsa guacamole vegan.

La guacamole vegan altro non è che l’evoluzione cruelty free della famosa salsa a base di avocado già esistente all’epoca degli Aztechi. Con un pizzico di attenzione verso quelle che sono le linee guida del nostro regime alimentare, scopriremo come riuscire a garantire lo stesso sapore unico anche senza l’uso del latte vaccino. Da sempre la cremosità è il segno distintivo di una guacamole vegan ben riuscita e noi non possiamo certo esimerci dal garantirla. Vediamo come.

Prima di tutto dobbiamo procurarci gli ingredienti necessari alla nostra guacamole vegan. Serviranno: 3 avocado, 12 grammi di foglie di coriandolo, un pomodoro grosso, uno spicchio d’aglio, mezza cipolla, un cucchiaio di succo di lime, peperoncino, un cucchiaino di sale marino, un cucchiaio di succo di limone.

guacamole veganAll’interno di un recipiente uniamo i succhi di limone e lime, aggiungendo il sale e cercando di amalgamare nel miglior modo possibile gli ingredienti. Poi prendiamo aglio, cipolla e pomodoro e continuiamo a mescolare. Dopo aver schiacciato la polpa dell’avocado andiamola a versare nella ciotola con il resto, senza dimenticare il coriandolo così da legare bene tutti i sapori.

Se poi volessimo rendere ancor più particolare la nostra guacamole vegan, potremmo anche creare delle versioni alternative, magari aggiungendo delle olive oppure aumentando la quantità dell’aglio e unendo anche del sedano. Nel primo caso, le olive verrebbero tagliate finemente insieme all’aglio per poi essere amalgamate, con dell’olio extravergine di oliva, alla polpa dell’avocado. Nel secondo, dovremmo aumentare la dose di aglio e aggiungere anche, oltre al sedano ovviamente, della paprika dolce in polvere, dei semi di cumino e utilizzare del sale integrale.

L’avocado, al di là delle eventuali versioni della guacamole vegan, resta comunque l’ingrediente principale. Oltre che per l’alto contenuto di vitamine (A, B, D e E), questo frutto acquisisce importanza ai fini di qualsiasi dieta grazie alle fibre e alla sua composizione a base di acqua e sali minerali. Aiuta a prevenire il colesterolo, cosiddetto “cattivo”, incrementando invece la produzione di quello buono: ecco perché è ottimo da consumare per evitare anche il subentrare di eventuali problemi cardiaci e di circolazione in genere.