Mercato vegan, ecco perché è così in aumento Mercato vegan, ecco perché è così in aumento
In Italia sono sempre di più i sostenitori della vita cruelty free. Il mercato vegan, passo dopo passo, sta portando tutti a dire “stop... Mercato vegan, ecco perché è così in aumento

mercato vegan

In Italia sono sempre di più i sostenitori della vita cruelty free. Il mercato vegan, passo dopo passo, sta portando tutti a dire “stop alla carne”

Quando spesso abbiamo affrontato il tema della diffusione dello stile di vita vegan, lo abbiamo fatto soffermandoci sui dati relativi all’Europa e al resto del mondo. Ci siamo preoccupati di parlare dell’impegno da parte dei personaggi dello star system nella difesa degli animali e dell’ambiente, abbiamo raccontato dell’apertura di locali e luoghi di ritrovo 100% cruelty free o dei posti dove poter trascorrere una vacanza vegan. Ma quanto e perché questo fenomeno si sta diffondendo anche qui in Italia? Quanto piede sta prendendo nello stivale il mercato vegan? Proviamo a scoprirlo.

Che da noi il mercato vegan stia vivendo una vera e propria impennata, prima di tutto, ci pensa una fonte ufficiale ed autorevole come l’Eurispes a confermarlo: gli italiani che, nel 2014, hanno deciso di eliminare le proteine animali dalla loro alimentazione rappresentano il 7,1% della popolazione totale. Tanto per rendere l’idea, occorre tener presente che l’aumento è stato dell’1% rispetto all’anno precedente: 4,2 milioni di persone nel 2014, mentre nel 2013 erano stimati a 3 milioni e 720mila, con una crescita complessiva del +15%. E non solo.

In Italia il modello vegan friendly ha conquistato oltre 1 milione di persone, in una fascia d’età che oscilla tra i 18 e i 64 anni: uno stile di vita trasversale che ben si adatta ad ogni fase della nostra vita

A dare maggiore credito all’indagine sull’aumento del mercato vegan in Italia ci ha pensato anche la GfK Eurisko. Dal 2006 ad oggi, circa 2 milioni di italiani hanno eliminato carne e altri prodotti di origine animale dalle proprie abitudini alimentari, arrivando ad identificare in un 18,1% coloro che la consumano meno di una volta a settimana. Ovviamente, aumenta il numero delle persone che basano la propria dieta sui principi vegani. In sostanza, in Italia il modello vegan friendly ha conquistato oltre 1 milione di persone in una fascia d’età che oscilla tra i 18 e i 64 anni: uno stile di vita, insomma, assolutamente trasversale e che ben si adatta ad ogni fase della nostra vita.

mercato veganIl mercato vegan raccoglie maggiori consensi sul nord-ovest del Paese. Soprattutto nelle grandi città, sono sempre di più le persone che si avvicinano alla scoperta di alimenti di soia e che scelgono di consumarli abitualmente nel corso della settimana. Le donne (58%) sono le più attente e curiose a scoprire i “segreti” della vita vegan, il che le pone al primo posto come acquirente tipo. Successivamente vengono coloro che sono in possesso di una laurea. Il mercato vegan vede, al momento, finire con sempre maggiore facilità nei carrelli della spesa prodotti come panna vegetale e alternative al latte vaccino. Ultimamente sono in aumento anche i piatti già pronti a base di soia.

Anche in questo caso, i perché della sempre maggiore crescita del mercato vegan vanno ricercati nell’attenzione che le persone riservano alla salute e, in genere, alla qualità della vita. La ricerca e la prevenzione delle patologie cardiovascolari fa la differenza quando si sceglie il prodotto da mettere nel carrello e, per fortuna, anche qui in Italia sono in aumento coloro che aggiungono a tutto questo un sentimento di sensibilizzazione verso le atroci sofferenze che gli animali devono subire negli allevamenti intensivi. Pian piano stiamo capendo tutti quanto il pianeta possa beneficiare di un abbassamento drastico della produzione di carne e prodotti animali in genere.