Tartufi vegan: perché sono ottimi in camera da letto? Tartufi vegan: perché sono ottimi in camera da letto?
Dal cacao alle mandorle, passando per lo zenzero, ogni ingrediente utilizzato per realizzare i tartufi vegan porta con sé dei “poteri” straordinari Lo stile... Tartufi vegan: perché sono ottimi in camera da letto?

tartufi vegan

Dal cacao alle mandorle, passando per lo zenzero, ogni ingrediente utilizzato per realizzare i tartufi vegan porta con sé dei “poteri” straordinari

Lo stile di vita vegan vede da sempre, come suoi capisaldi, l’alimentazione sana e la tutela della propria salute. Mangiare bene per noi è il segno di distinzione di chi si dimostra attento e informato nel prevenire patologie pericolose per sé e per le persone care. Siamo consapevoli, tuttavia, di come per avere una vita lunga (si spera) e sana non sia sufficiente soltanto dire no alle proteine di origine animale, ma svolgere anche una regolare attività fisica così da bruciare quante più tossine possibili. Come spesso accade, cerchiamo di proporvi idee gustose e facili da realizzare in cucina, che però risultino utili anche al benessere della persona. In questo caso, vi parliamo dei tartufi vegan.

I tartufi vegan rappresentano, forse, una delle prelibatezze più semplici e sfiziose con cui potreste conquistare i vostri amici o voi stessi per un dolce break pomeridiano. Non solo. Oltre che per il sapore intenso del cacao e al gusto profondo, i tartufi vegan ben si adattano anche ad una delle esigenze più piacevoli che ognuno di noi può avere: il desiderio di trascorrere del tempo in camera da letto con il proprio partner. Tranquilli, non si tratta di una rubrica a luci rosse, ma solo della spiegazione di quelle proprietà che i tartufi vegan hanno e che, sicuramente, molti di voi ignoravano.

tartufi veganDal cacao alle mandorle, passando per lo zenzero, ogni ingrediente utilizzato per realizzare i tartufi vegan porta con sé dei “poteri” straordinari che permetteranno a ognuno di rendere ancor più indimenticabile l’intimità della propria vita di coppia. Ma andiamo per ordine. Il cacao, storicamente, aiuta la sessualità grazie alla presenza della teobromina, una sostanza che stimola il sistema nervoso centrale generando un aumento di energia, accompagnato ad una maggiore prontezza di riflessi e desiderio sessuale. Senza dimenticare la produzione dell’endorfina che, come primo effetto, ha quello di migliorare la sensazione del piacere.

tartufi veganLo zenzero, invece, famoso più che altro per le sue proprietà digestive, stimola la circolazione e rinvigorisce il sangue. In Asia, territorio dove il suo utilizzo è particolarmente diffuso, viene considerato un elemento fondamentale per fortificare, appunto, l’energia maschile e prevenire il cosiddetto “calo del desiderio”. Diffuso sia come radice essiccata che come polvere, lo zenzero può venirci incontro anche in casi di nausea e vomito (persino se provocati dalla chemioterapia).

Infine la frutta secca. Soprattutto le mandorle, fin dal Medioevo, venivano considerate come l’elemento indispensabile per le cucine di corte ai fini della realizzazione di pasti afrodisiaci e pozioni speciali. Le sue proprietà derivano, oltre che dalla forma che secondo alcuni ricorda l’organo genitale femminile, dalla forte presenza di vitamina A, ferro e zuccheri: tutte sostanze che garantiscono energia e, conseguentemente, un miglioramento delle prestazioni. In più, non dimentichiamo che l’olio di mandorla può essere un ottimo lubrificante, utile ad “iniziare” la serata con un bel massaggio rilassante.

Non siete ancora convinti? E allora mettetevi al lavoro in cucina e preparate un bel po’ di tartufi vegan: vedrete che non ve ne pentirete. E non se ne pentirà nemmeno il vostro partner…